Nonostante l’emergere di centinaia, se non migliaia di nuovi farmaci e il rapido sviluppo della medicina ogni anno, siamo ancora interessati a privilegiare le sue varietà tradizionali, la medicina popolare, compresa la medicina dell’Estremo Oriente. Ne traiamo da esso nella sua pienezza, utilizzando erbe popolari in esso, e uno di loro è Ashwagandha, con numerose e comprovate proprietà terapeutiche. Vale la pena di introdurlo nella vostra dieta, e i risultati ottenuti saranno almeno sorprendenti.

Ashwagandha – origine e composizione.

Ashwagandha (Withania somnifera), nel nostro paese conosciuto come Ginseng Sonnolento o Ginseng indiano è una pianta proveniente dall’India, appartenente alla famiglia Solanacea. Si può annoverare tra le erbe più popolari utilizzate nell’Ajuwerda, cioè l’antica medicina indiana, che utilizza principalmente la radice e i frutti, arancione scuro o rosso, che ricorda leggermente le bacche. Hanno un odore caratteristico e piuttosto sgradevole, legato al nome, che in sanscrito significa odore di cavallo.

Deve le sue proprietà curative alla sua composizione, ricca di sostanze attive, grazie alla quale ha un effetto adattogeno, prevenendo molti disturbi nel nostro corpo. Ha un effetto benefico sulla salute generale, migliorando il funzionamento dei singoli organi, rafforzando l’immunità e riducendo efficacemente lo stress. I componenti più importanti sono le vitamine e i glicitanoli, sostanze di struttura simile alla vitamina A, con proprietà antibatteriche, antitumorali, antistress e antiossidanti. Inoltre, Spox greeting contiene fitosteroli preziosi, alcaloidi, acidi fenolici, cumarine e grandi quantità di ferro.

Ashwagandha – per cosa può essere utile

Sicuramente l’azione più importante di questa pianta è quella di rafforzare il sistema immunitario e proteggere il nostro corpo da varie infezioni. Non è l’unica applicazione, tuttavia, e ovunque venga coltivato, è stato usato per secoli come specificità con uno spettro eccezionalmente ampio, efficace, tra l’altro:

  • rapida rigenerazione del corpo dopo molti sforzi, miglioramento non solo della condizione fisica, ma anche mentale, che favorisce una migliore concentrazione, facilitando il lavoro mentale;
  • la riduzione dello stress e il contenuto di glicitani favorisce il corretto funzionamento del sistema nervoso. Allevia i sintomi dello stress e di altri disturbi nervosi, compresi i disturbi d’ansia, rendendo più facile addormentarsi, in modo da poter utilizzare con successo vari preparati ashwagandha nel trattamento delle malattie mentali. Recenti studi hanno anche dimostrato l’efficacia nel trattamento della malattia Alzheimer e di altre malattie neurodegenerative simili;
  • lavoro del cuore e di tutto il sistema sanguigno, ashwagandha, grazie alla grande quantità di ferro nella composizione, aiuta ad abbassare il livello di colesterolo LDL “cattivo” e la pressione sanguigna, che protegge da attacchi cardiaci, ictus o aterosclerosi;
  • Viene usato per alleviare disturbi reumatici, artrite e infiammazioni articolari;
  • asma o rinite delle vie respiratorie superiori;
  • Rafforzamento e la crescita del tessuto muscolare, motivo per cui è così spesso utilizzato dagli atleti;
  • regolazione di molti organi interni, pancreas, stomaco, reni e fegato;
  • il sistema ormonale, in particolare il funzionamento della tiroide e degli organi riproduttivi. Nelle donne previene i disturbi mestruali;
  • rallentando i processi di invecchiamento naturale del corpo;
  • inibendo la crescita di molti tumori, tra cui il cancro colorettale, il pancreas e il cancro al seno, è usato come supporto nei processi di chemioterapia.

Ashwagandha – beni per problemi tipicamente maschili

Sembrerebbe che ashwagandha sia una pianta ideale, ma noi, come ragazzi, siamo interessati soprattutto alla sua efficacia nel trattare e prevenire i disturbi tipicamente maschili. Non si può negare che veniamo a contatto con loro sempre più spesso, indipendentemente dall’età, e anche i ventenni soffrono oggi di disturbi della potenza o dell’erezione. Un ginseng indiano, un afrodisiaco con una salutare influenza sulla libido, aumentando anche il livello di testosterone, può aiutare a risolverli. Gli studi hanno dimostrato che negli uomini con un basso numero di spermatozoi fino al 40 per cento, e nel resto da più di 15, i risultati incoraggiano l’uso di estratti di questa pianta. Ciò è dovuto al fatto che ashwagandha rimuove i pericolosi radicali liberi dal corpo, e che allo stesso tempo rafforza i muscoli, la sua azione può essere considerata completa.

Ashwagandha – dosaggio e istruzioni per l’uso

Ci sono molti modi di consumare saluti pigri, sotto forma di polvere, che è un’aggiunta ad altri piatti o una base per preparare bevande, o sotto forma di compresse meno fastidiose. In ogni caso, tuttavia, la dose raccomandata di un massimo di 300-500 mg al giorno non deve essere superata. Effetti collaterali di questo può essere abbastanza fastidioso, come l’aumento del livello di alcuni ormoni, ashwagandha non è consigliabile per le persone con malattie della tiroide. Inoltre non deve essere usato da donne in gravidanza e da persone che assumono forti farmaci antiepilettici, sonniferi e sedativi, con i quali possono interagire.

Sicuramente il migliore accettato dalla forma del corpo è Testolan, un integratore moderno, consigliato per gli uomini che si lamentano dei disturbi degli uomini di cui sopra. Oltre al ginseng indiano, ci sono anche molte altre sostanze che migliorano le prestazioni sessuali, la radice di Maca, la mazza e il fieno greco. Grazie a loro possiamo contare sulla libido al massimo livello, molta energia non solo per il sesso, ma anche esercizi per migliorare la forma fisica e sviluppare la massa muscolare.